lunedì, ottobre 22, 2018

La Snia Viscosa di Varedo è uno enorme stabilimento che si estende anche nei comuni di Limbiate e Paderno Dugnano, per oltre 500mila metri quadri in completo abbandono.

Stiamo parlando di un’area che occupa il 10% del territorio del comune di Varedo!

Sorto negli anni 20 della Società Seta Artificiale Varedo, con lo scopo di fabbricare filati artificiali di cellulosa rigenerata, lo stabilimento venne acquisito da Snai nel 1927.

Durante tutto il periodo che va tra le due guerre mondiali e gli anni sessanta, questa azienda, al massimo della sua capacità produttiva, era tra le più imponenti aziende d’Italia, e anche d’Europa, arrivando ad avere 6000 dipendenti. Nella zona di Varedo e Limbiate nel periodo di massima espansione, era stata persino attuata una politica abitativa molto efficace con l’obbiettivo di offrire alloggio a migliaia di operai e alle loro famiglie. La politica di edificazione si era realizzata nelle vicinanze della fabbrica. I numerosi appartamenti costruiti, vennero, in un primo tempo, concessi in locazione e successivamente ceduti in vendita agli stessi operai.

La fabbrica continuò la sua produzione a pieno regime fino al 1980. Seguì un progressivo declino che la portò alla definitiva chiusura nel 2003. La causa principale del declino fu che l’azienda subì diversi cambi di proprietà, a causa della crisi del settore chimico, perdendo progressivamente la sua stabilità economica e finanziaria.

Nel 2008 la allora società proprietaria NYLSTAR in liquidazione la cedette l’intera area per 43 milioni di euro alla società Norman 3 del costruttore Cabassi di Milano.

La crisi mondiale del settore immobiliare fece abortire ogni progetto di riqualificazione. Per ben 10 anni, infatti, ogni iniziativa rimase impantanata fino a quando, nel 2017, l’enorme compendio industriale, orgoglio degli anni 60, viene messo all’asta al misero valore di 1.200.000 euro.

Il 29 settembre 2017 la società immobiliare spagnola Predium si è aggiudicata l’asta. Attualmente, con molta probabilità, i tecnici della società acquirente, confrontandosi con l’amministrazione di Varedo, stanno predisponendo un nuovo progetto.

Considerata l’entità e l’importanza strategica dell’area in questione, il progetto in corso di studio porterà sicuramente sviluppo e vantaggi a tutta la zona, a partire dal soprapasso della ferrovia Nord e l’ampliamento della stazione ferroviaria di Varedo.

Attualmente il vigente P.R.G. prevede la possibilità di edificare 160.000 metri cubi con destinazione “area produttiva artigianale in piccola parte residenziale”.

Oggi l’enorme sito immobiliare di Varedo è in completo abbandono e, considerando che si tratta di proprietà privata, le amministrazioni locali non possono prendere provvedimenti allo scopo di effettuare miglioramenti per la sostenibilità ambientale e per realizzare interventi di riqualificazione del territorio.

Al problema ambientale, non certo di piccola entità, si aggiunge la pericolosità della zona che è presa costantemente d’assalto da vandali e criminali, che hanno distrutto l’area. Molti tombini di ferro sono stati persino rubati e al loro posto restano dei profondi buchi coperti di erba, pericolosamente non visibili.

Nell’area accadono spesso incidenti anche gravi a causa della struttura pericolante e materiali pericolosi o arrugginiti.

L’atmosfera che si impone è talmente surreale che molti registi di film, produttori musicali e fotografi vorrebbero addirittura ambientare le proprie scenografie!

Leggendo in rete sull’argomenti, gli articoli che trattano l’argomento sono molti, persino studenti universitari che trattano il problema nelle loro tesi di laurea.

La nostra speranza che si arrivi presto a parlare di un progetto di riqualificazione reale e ben definitivo per un’area.

Noi siamo ben intenzionati a tenere sotto controllo l’argomento ed aggiornarvi non appena verremo a conoscenza di notizie concrete.

Sempre in rete, abbiamo trovato un video interessante che mostra gli interni dell’area Snia Viscosa, le immagini lasciano certamente ampio spazio alla riflessione e alla viva speranza di una tanto attesa riqualificazione! Complimenti all’autore e buona visione…

Tags: ,
Agente Immobiliare per passione